il mio pensiero sul referendum del 17 Aprile

DI norma io scrivo in inglese su questo sito, ma per questa volta farò un’eccezione e spero i lettori stranieri non si offendano se non riusciranno a leggere questo testo, ma in questo momento conta di più che riescano e lo facciano i miei connazionali.

Ho scattato le immagini qui sopra durante un viaggio nell’isola di Malta all’inizio di quest’anno. Sono stato colpito ed ho amato ogni angolo di quella splendida isola, ed ho cercato di renderne la bellezza nelle mie foto, ma per quanto possa sembrare strano componendo l’inquadratura di ognuna delle immagini qui sopra ho dovuto eliminare una di queste:

Non voglio e non posso pensare che il nostro futuro sia sempre fatto di splendidi paesaggi deturpati da questo spettacolo e che chi ne è responsabile possa non pagare per i guadagni che ne trae o rischiare di scampare la responsabilità di smantellare le strutture lasciandosi alle spalle quelli che diventeranno ruderi perenni a monito della nostra mancanza di lungimiranza. Chiunque guardi le mie foto sa che amo particolarmente il mare, ma questo non è un appello solo per i mari, ma per tutti noi che dobbiamo preoccuparci di preservare il posto dove viviamo.

Scegliete voi il modo che vi sembra più giusto per tutelare la vostra casa, ma io domani andrò a votare SI per far in modo che nel più breve tempo possibile e nel modo più sicuro le trivellazione diventino un pezzo di storia destinato a sparire senza fare ulteriori danni.

Sempre #lovetheocean e #lovetheearth

Share this!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *